News — FABRIEK STUDIO RSS



Morof, il pittore tatuatore che racconta gli anni 80 espone a Genova

Genova - Dal suo laboratorio in via San Bernardo alla capitale tedesca e ritorno. Il tatuatore e artista Fabio Moro, noto come “Morof”, presenta a Genova le sue opere su tela dal 10 al 24 dicembre al Fabriek studio in vico San Matteo. La mostra, esposta per la prima volta a Berlino, si intitola “AUS DER TRAUM”. Il Secolo XIX ne aveva scritto proprio in occasione dell’appuntamento in Germania e lo stesso Morof così ci aveva descritto l’idea portante di tutta l’esposizione: «Gli anni ‘80 sono il momento del consumo compulsivo, e di grande frustrazione sociale. Nella subcultura i punk e gli amanti dell’hardcore si ribellarono a tutto questo e l’arte di quei tempi è caratterizzata da diverse correnti. Io...

Continue reading



FANTAMARIOS

Fantabody, capsule di body sporty erotico veste la donna orgogliosa del suo appeal di qualsiasi sfumatura esso sia. Fonde corpo e dinamismo, tra swimwear, abbigliamento e lingerie, con tessuti tecnici, colori vivi e stampe seducenti. Idealizzato e realizzato al 100% da vere Fantagirls a Milano. Per l'estate 2017 Fantabody ha fatto parlare di se per la magnifica collaborazione con il marchio MARIOS, creando una capsule per intenditrici e amanti dei capi di collezione. ... Tra vestiti e body-costume ricche di righe estive di sfumature lilla e blu marino potrai trovare uno stile adattabile alla città fino ai litorali estivi, palestre, saune, laghi di montagna oppure terme naturali come nel caso del nostro shooting. ... ... Potrai trovare la collezione in...

Continue reading




NOÈMIE GOUDAL

Noémie Goudal is a French artist who graduated from the Royal College of Art in 2010 with an MA in Photography and lives and works between Paris and London. She creates ambiguous photo-sculptures by superimposing handmade paper structures on a natural landscape. These architectural (staircases, domes, towers) or cosmic (ellipses) elements are placed against blank oceans or stretches of desert. Looking at these dreamlike shapes, the spectator’s gaze easily discerns the traces of artifice (creases, imperfections, strings, and wires) characteristic of two-dimensional objects designed for the sole purpose of the photograph. Noémie Goudal explores the sky as a space of re-creation where the human imagination extends infinitely like a fifth body made of ether (or a fifth element). Her work feeds...

Continue reading